Referti Prenota

Colesterolo LDL: cos’è, valori normali ed esami

Colesterolo LDL valori, esami, cos'è

Mantenere livelli regolari di colesterolo nel sangue permette di prevenire la salute cardiovascolare: se in eccesso, può favorire l’accumulo di placche lipidiche sulle pareti delle arterie, ostacolando il flusso sanguigno e aumentando il pericolo di eventi avversi.

Analizziamo in questo articolo cosa si intende per “colesterolo cattivo”, quali sono i suoi valori ideali nel sangue e cosa comportano eventuali aumenti o carenze di LDL.

Indice

Cos’è il colesterolo LDL e perché si misura?

Il colesterolo LDL (Low-Density Lipoprotein) è una lipoproteina comunemente nota come “colesterolo cattivo”, che insieme al colesterolo HDL costituisce il colesterolo totale.

La funzione dell’LDL, opposta a quella dell’HDL, è di trasportare il colesterolo prodotto dal fegato verso le cellule dell’organismo: in quantità elevate il colesterolo “cattivo” può però accumularsi sulle pareti delle arterie e formare delle placche aterosclerotiche.

Questa condizione, chiamata aterosclerosi, provoca un ispessimento e un indurimento progressivo delle arterie, ostacolando il normale flusso del sangue. Nel tempo, le placche lipidiche possono addirittura staccarsi e causare un’ostruzione improvvisa (trombosi), con gravi conseguenze come l’angina pectoris, l’infarto del miocardio o l’ictus cerebrale.

Misurare i livelli di colesterolo LDL, insieme ad altri fattori come il colesterolo HDL e quello totale, i trigliceridi e i markers di infiammazione come la proteina C reattiva, consente di valutare il rischio di malattie cardiovascolari legate all’aterosclerosi.

Quali sono i valori normali del colesterolo LDL?

I valori di colesterolo LDL nel sangue devono essere interpretati nel contesto del profilo lipidico complessivo, che include anche il colesterolo totale e il colesterolo HDL.

In generale, il valore ottimale di colesterolo LDL presente nel sangue è inferiore a 115 mg/dL; secondo le linee guida europee più recenti, però, i valori normali del “colesterolo cattivo” variano anche in base al rischio cardiovascolare individuale.

Se si hanno delle predisposizioni genetiche, uno stile di vita poco sano o delle patologie preesistenti che aumentano il rischio di sviluppare un disturbo cardiovascolare (come il diabete o la sindrome metabolica), si impiegano altri valori di riferimento:

  • Persone con rischio cardiovascolare moderato: < 115 mg/dL;
  • Persone con rischio cardiovascolare alto: < 100 mg/dL;
  • Persone con rischio cardiovascolare molto alto: < 70 mg/dL;
  • Persone con rischio cardiovascolare estremamente alto: < 55 mg/dL.

È importante sottolineare che i valori “ideali” del colesterolo LDL rappresentano solo delle linee guida generali. La valutazione cardiovascolare del paziente e la determinazione del suo obiettivo terapeutico dovrebbero sempre essere effettuate dal medico curante, prendendo in considerazione tutti gli eventuali fattori di rischio come l’età, il sesso, la familiarità diretta, l’ipertensione, il diabete, l’obesità, il fumo e la sedentarietà.

Colesterolo LDL alto: quando è pericoloso?

Livelli elevati di “colesterolo cattivo”, in particolare nei soggetti a rischio, costituiscono un pericolo significativo per lo sviluppo di patologie cardiovascolari: quanto più elevati sono i valori di LDL, tanto maggiore è la probabilità di insorgenza di questi disturbi.

Infatti, le malattie cardiovascolari legate all’aterosclerosi rappresentano la principale causa di morte in Italia e nel resto del mondo industrializzato: secondo i dati più recenti, queste patologie sono responsabili del 35% dei decessi nel nostro Paese.

Pertanto, è fondamentale monitorare regolarmente il colesterolo LDL e, in caso di valori elevati, consultare tempestivamente il medico per intraprendere un adeguato percorso terapeutico, che in genere mira a gestire i fattori di rischio modificabili come la dieta, il peso corporeo, l’attività fisica e il fumo, e può prevedere l’impiego di eventuali farmaci.

Colesterolo LDL basso: cosa comporta?

Anche valori eccessivamente bassi di colesterolo LDL possono rappresentare un campanello d’allarme: tipicamente livelli bassi di “colesterolo cattivo” non sono di per sé gravi, ma potrebbero essere sintomatici di altre condizioni sottostanti:

  • Disturbi che provocano un malassorbimento dei nutrienti, come la celiachia o la sindrome dell’intestino irritabile, oppure una dieta carente di nutrienti essenziali;
  • Malattie mieloproliferative, che colpiscono le cellule staminali del midollo osseo;
  • Alcuni tipi di tumore, che possono causare una riduzione dei livelli di LDL;
  • Specifici fattori genetici o condizioni ereditarie particolarmente rare.

È importante sottolineare che una lieve diminuzione del colesterolo LDL, al di sotto dei valori di riferimento, non è necessariamente motivo di preoccupazione: tuttavia, se i livelli sono significativamente bassi o si accompagnano ad altri sintomi rilevanti, è consigliabile consultare il proprio medico per indagarne le cause e valutare possibili trattamenti.

Esame per colesterolo LDL: dove farlo

La misurazione dei livelli di colesterolo LDL viene effettuata attraverso un prelievo di sangue. L’analisi non viene mai eseguita in modo isolato, ma è sempre inclusa in un panel di esami più ampio che comprende altri valori chiave, come il colesterolo totale, il colesterolo HDL e i trigliceridi, per una valutazione cardiovascolare complessiva.

A seconda del quadro clinico del paziente e dei fattori di rischio individuali, la rete di laboratori analisi Butterfly Lab offre numerosi pacchetti esami completi per analizzare il colesterolo nel sangue, adatti alle diverse esigenze e necessità individuali.

Butterfly Lab è una rete di punti prelievo diffusa in Nord e Centro Italia, con oltre 80 centri dislocati sul territorio: i nostri professionisti qualificati possono assisterti nell’intero processo, dal prelievo del sangue all’interpretazione dei risultati dell’esame, per valutare il tuo profilo lipidico e cardiovascolare.

Scopri i nostri Check Up e prenota online:

In alternativa, scopri tutti i servizi Butterfly Lab per prenderti cura della tua salute: