Referti Prenota

Magnesio: valori normali e alterazioni nel sangue

Magnesio esame del sangue

Il magnesio è un minerale essenziale per il nostro organismo, coinvolto in numerosi processi vitali. In questo articolo esploreremo le funzioni chiave del magnesio, le principali fonti alimentari e l’importanza di mantenere livelli equilibrati nel sangue.

Scopriremo inoltre i sintomi associati a carenza ed eccesso di questo minerale, e come monitorarne i valori ematici attraverso dei pacchetti esami specifici.

Indice

Cos’è il magnesio e dove si trova?

Il magnesio è uno dei minerali più abbondanti e importanti per il corpo umano: per questo motivo è classificato come macroelemento, insieme ad altri sali minerali presenti in grandi quantità come calcio, fosforo, sodio, potassio, cloro e zolfo.

In un adulto si trovano circa 22-26 grammi di magnesio totale, distribuiti come segue:

  • Circa il 60-70% è localizzato nelle ossa;
  • Il 29-39% si trova nelle cellule (di cui circa il 10-20% nei muscoli);
  • Solo l’1% è presente nel sangue (magnesiemia).

Il magnesio viene assunto principalmente attraverso la dieta: le principali fonti alimentari includono vegetali a foglia verde, in particolare spinaci, semi oleosi e frutta secca (semi di zucca, anacardi e mandorle), legumi e cereali integrali, cioccolato fondente, banane, avocado, salmone e in generale tutti gli alimenti ricchi di fibre.
L’organismo assorbe questo minerale nell’intestino tenue e nel colon e lo immagazzina nei tessuti, nelle cellule e nelle ossa legandolo alle proteine. Il magnesio in eccesso, non utilizzato dall’organismo, viene normalmente eliminato attraverso i reni.

Funzioni del magnesio per il corpo umano

Il magnesio svolge un ruolo chiave in numerose funzioni vitali dell’organismo:

  • Produzione di energia: il magnesio permette la conversione del cibo in energia utilizzabile dalle cellule, agendo da cofattore in oltre 300 reazioni enzimatiche, molte delle quali coinvolte nella produzione di ATP – la “moneta energetica” del corpo.
  • Salute muscolare e nervosa: regola la contrazione e il rilassamento dei muscoli prevenendo crampi e spasmi, e facilita la trasmissione degli impulsi nervosi.
  • Salute ossea: assieme ad altri elementi quali calcio e vitamina D, il magnesio contribuisce alla struttura delle ossa aumentandone forza e resistenza.
  • Regolazione metabolica: il magnesio influenza il metabolismo dell’insulina e dei grassi, aiutando a mantenere stabili i livelli di glucosio nel sangue: questa funzione è particolarmente importante per la prevenzione del diabete di tipo 2.
  • Salute cardiovascolare: aiuta a mantenere un ritmo cardiaco stabile e a regolare la pressione sanguigna, contribuendo alla salute del cuore e dei vasi sanguigni. 
  • Sintesi di proteine e DNA: il magnesio partecipa attivamente alla sintesi delle proteine e del materiale genetico, processi essenziali per la crescita e riparazione dei tessuti.
  • Equilibrio elettrolitico: interagendo con altri elettroliti come calcio e potassio, il magnesio mantiene l’equilibrio dei fluidi corporei e di varie funzioni fisiologiche.
  • Supporto al benessere mentale: il magnesio può anche contribuire a ridurre lo stress, migliorare la qualità del sonno e potenzialmente limitare il rischio di depressione.

Eccesso di magnesio nel sangue: sintomi

L’ipermagnesiemia, ovvero l’eccesso di magnesio nel sangue, è una condizione relativamente rara; solitamente i reni sono in grado di eliminare efficacemente il magnesio in eccesso. Tuttavia, valori alti di magnesio possono mostrarsi in alcune circostanze:

  • Assunzione prolungata di farmaci o prodotti contenenti magnesio (integratori);
  • Disfunzioni tiroidee quali iperparatiroidismo o ipotiroidismo;
  • Insufficienza renale e/o disidratazione grave;
  • Malattia di Addison;
  • Acidosi diabetica.

I sintomi dell’eccesso di magnesio possono variare da lievi a gravi, a seconda del livello di ipermagnesiemia. Tra i segnali più frequenti citiamo nausea e vomito, diarrea e crampi allo stomaco, arrossamento del viso, sensazione di sete e inappetenza.

Tra i sintomi più gravi, e quindi più rari, troviamo elevata debolezza muscolare, difficoltà respiratorie, confusione mentale, pressione arteriosa bassa (ipotensione), battito del cuore irregolare o rallentato e, nei casi limite, paralisi e arresto cardiaco.

È importante notare che è estremamente raro raggiungere livelli tossici di magnesiosolo attraverso l’alimentazione: l’ipermagnesiemia si verifica più comunemente in persone con problemi renali, o in seguito all’abuso di integratori e farmaci contenenti magnesio.

Carenza di magnesio: sintomi ed effetti

L’ipomagnesiemia, o carenza di magnesio, è una condizione invece più comune e può avere effetti significativi sulla salute, anche a lungo termine. Alcune cause principali sono:

  • Dieta povera di alimenti ricchi in magnesio;
  • Disfunzioni renali o intestinali (diarrea cronica, morbo di Crohn, celiachia);
  • Uso prolungato di alcuni farmaci (diuretici);
  • Eccessiva sudorazione (soprattutto negli atleti);
  • Alcolismo cronico;
  • Diabete mellito;
  • Età avanzata.

I sintomi di bassi livelli di magnesio nel sangue possono variare da lievi a gravi, e spesso si sviluppano gradualmente man mano che la carenza si fa più grave:

  • Sintomi iniziali della carenza di magnesio: perdita di appetito, nausea e vomito, affaticamento e debolezza, sensazione di intorpidimento o formicolio;
  • Con l’aggravarsi della carenza: crampi muscolari e contrazioni involontarie, tremori e spasmi muscolari, cambiamenti di personalità e irritabilità, emicranie, ansia e depressione, difficoltà di concentrazione;
  • Sintomi gravi della mancanza di magnesio: aritmie cardiache, convulsioni, spasmi coronarici, alterazioni dell’equilibrio elettrolitico (in particolare calcio e potassio).

Una carenza cronica di magnesio ematico può inoltre contribuire ad effetti a lungo termine quali osteoporosi, ipertensione, malattie cardiovascolari e diabete di tipo 2.

È importante notare che i valori di magnesio nel sangue possono apparire normali anche in presenza di una carenza, poiché il corpo generalmente tende a mantenere livelli stabili di magnesio nel sangue attingendo dalle riserve ossee e tissutali.

Esami del sangue per sali minerali

Il monitoraggio dei livelli di magnesio nel sangue, così come degli altri sali minerali, è essenziale per diagnosticare carenze o eccessi e prevenire eventuali complicazioni

Per analizzare la magnesiemia è sufficiente un semplice prelievo di sangue venoso: è consigliabile eseguire le analisi per il magnesio se si notano sintomi di carenza o eccesso, si sospettano problemi di assorbimento o per monitorare eventuali trattamenti.

punti prelievo Butterfly Lab propongono un pacchetto analisi dedicato ai sali minerali, monitorando i livelli del sangue e rilevando eventuali valori anomaliper prevenire i disturbi e le complicazioni associate. Esplora il Check Up Sali Minerali e prenota online il tuo appuntamento: siamo presenti in Italia con oltre 80 centri altamente specializzati.

Check-up sali minerali

In alternativa, scopri tutti i servizi Butterfly Lab per prenderti cura della tua salute: